REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO
 

Art. 37 – Passaggi tra Corsi di studio all’interno dell’Ateneo e trasferimenti da altri Atenei

  1. Il riconoscimento totale o parziale dei crediti acquisiti da uno studente ai fini della prosecuzione degli studi in altro corso dell’Ateneo, ovvero nello stesso o altro corso provenendo da altra università, compete al consiglio di corso di studio che accoglie lo studente, conformemente ai criteri predeterminati dalle facoltà sulla base delle proposte elaborate dagli stessi consigli di corso di studio. Compete altresì al consiglio del corso di studio che accoglie lo studente la valutazione dell’avvenuto accertamento del possesso dell’adeguata preparazione.
  2. E’ altresì competenza del consiglio di corso di studio che accoglie lo studente la verifica della condizione dello studente rispetto a quanto specificato all’art. 45 del presente regolamento.
  3. Alla domanda intesa ad ottenere il nulla osta al trasferimento da altro Ateneo o il passaggio ad un corso di studio deve essere allegata certificazione o autocertificazione attestante l’anno di immatricolazione, la denominazione di ciascuna attività formativa per la quale lo studente abbia superato la relativa prova, la data del superamento e la votazione eventualmente riportata. Coloro i quali richiedano il trasferimento da altra università sono tenuti, inoltre, ad allegare i programmi di ciascuna attività formativa.
  4. Relativamente al trasferimento degli studenti da un corso di studi ad un altro dell’ateneo, ovvero da un’altra università, i regolamenti didattici assicurano il riconoscimento del maggior numero di crediti già maturati dallo studente, secondo criteri e modalità previsti dal regolamento didattico del corso di destinazione, anche ricorrendo eventualmente a colloqui per la verifica delle conoscenze effettivamente possedute. Il mancato riconoscimento dei crediti deve essere adeguatamente motivato e nel caso di corsi appartenenti alla stessa classe non può essere inferiore al cinquanta per cento di quelli già maturati. Nel caso in cui il corso di provenienza sia svolto in modalità a distanza, la quota minima del 50% è riconosciuta solo se il corso di provenienza risulta accreditato dalla normativa ministeriale.
  5. Per il passaggio tra i corsi di studio, all’interno dell’ateneo lo studente dovrà compilare la domanda, sul sito web dell’area didattica e presentarla, tra il primo giugno e il dieci settembre, agli uffici del corso di studio cui intende iscriversi. Sulla base delle domande sarà stilata una graduatoria che terrà conto dei crediti riconosciuti e dell’eventuale sbarramento. I regolamenti didattici dei singoli corsi di studio possono ulteriormente specificare tali modalità.
  6. Per il trasferimento da altra università lo studente dovrà compilare la domanda, sul sito web dell’area didattica e presentarla, tra il primo giugno e il dieci settembre, agli uffici del corso di studio cui intende iscriversi. Entro il dieci ottobre il consiglio del corso dovrà esprimersi e lo studente al quale è stato concesso il nulla osta dovrà presentare o far pervenire all’area didattica il foglio di congedo e perfezionare l’iscrizione di norma entro il 15 ottobre.
  7. Adecorrere dalla data di presentazione della domanda di passaggio e fino alla effettiva iscrizione al nuovo corso, lo studente non può sostenere alcun esame ovvero compiere alcun ulteriore atto di carriera.
  8. Le facoltà possono consentire il passaggio, nel limite massimo dei posti dichiarati disponibili dall’area didattica a seguito delle procedure di immatricolazione, tra corsi di laurea ad essa afferenti anche a studenti iscritti al primo anno di corso. Le domande dovranno essere compilate fra il primo gennaio ed il 31 marzo.

ATTENZIONE: se i termini per la presentazione della domanda sono scaduti, accertati
che il corso di studi sia disposto ad accogliere la tua istanza e poi compila la domanda.